lunedì 4 giugno 2012

Ci sono cose difficili da accettare


Quando venerdì ho raccolto libri e quaderni per andare via, in sala professori si sentivano voci allegri augurandosi buon fine settimana. Anch’io l’ho detto con la spiaggia in mente, la festa di anniversario di una cugina di mio marito e tante cose belle. In quel momento non potevo immaginare l’incubo che mi aspettava. Una cara amica da tanti anni mi aveva detto che la prossima settimana andrebbe a parlare con l’otorinolaringoiatra per l’intervento che smetterebbe le emorragie che aveva di solito. Sono stata contenta per lei perché da tanto tempo non riuscivano a darle un medicinale o un trattamento adeguati. Venerdì sera, però, ha avuto un’emorragia più forte, l’hanno portata all’ospedale e l’hanno operata di urgenza. Niente da fare. Un’infezione che nessuno si aspettava se l’ha portato via.

La morte non è mai benvenuta, ancora meno quando non te l’aspetti. Sono distrutta, la tristezza mi governa, provo di fare vita normale però la sua faccia mi viene sempre in mente. Piccola, silenziosa e discretta. Non aveva un no per nessuno. Se ne è andata senza rumore, come aveva vissuto. E nemmeno questa volta ha saputo dire no. Cara L., mi manchi dal momento in cui ho ricevuto quella brutta telefonata. Nel mio pensiero, nel nostro ricordo, ci sarai sempre.

17 commenti:

  1. Un pensiero per te in questo momento così doloroso e un forte abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Che tristezza.. però tu non ti dimenticherai mai di lei e questo ricordo ti accompagnerà, nel senso che ti farà compagnia al suo posto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRazie Elle, le vostre parole sono un consolo.

      Elimina
  3. Mi dispiace davvero tanto... non ci sono parole. Posso solo immaginare come ti senti. Ti sono vicina, ti abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie delle tue parole, Chiara. Anch'io ti abbraccio.

      Elimina
  4. mi dispiace moltissimo apprendere questa notizia via blog... vorrei abbracciarti forte in questo momento!!! scrivimi...

    RispondiElimina
  5. Sì, la morte è difficile da accettare, quasi impossinile. Ci vuole tempo, tanto tempo, perchè è il cibo più difficile da digerire. Quando poi la morte coglie persone giovani, a volte bambini, sembra disumana. Invece c'è, fa parte del gioco, è la regola più terribile, ma questo gioco che chiamiamo vita ha anche questa triste parte.
    Prenditi tutto il tempo necessario per smaltire questo lutto, non avere fretta. E ricorda tutto quello che la tua amica ti ha dato, tutte le cose belle che diceva o faceva, e falle vivere in te, con te, nella tua vita quotidiana, così lei sarà morta un po' di meno e tu sarai un po' di più in sua compagnia.
    Un abbraccio forte e sincero.
    Giorgio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Giorgio. Le tue parole sono un bel conforto. Infatti, la porto dentro di me, anche se qualche volta ho ancora la sensazione che la troverò per strada o che riceverò una sua telefonata. Devo lasciare che il tempo faccia il suo ruolo. Anch'io ti abbraccio.

      Elimina
  6. Carissima Teresa, ti sono vicina, sono passata di qui per salutarti e ho trovato questa triste notizia. Immagino il tuo dolore e ti mando un abbraccio forte forte. Che il suo ricordo ti accompagni sempre. Un bacio, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara Federica. Non ci crederai però io e Nati non ci siamo ancora potuto trovare. Appena sappia cosa voremmo fare in Toscana, ti scrivo. Nel frattempo ti mando un fortissimmo abbraccio.

      Elimina
  7. Va bene, non preoccuparti Teresa!Anch'io ultimamente faccio tutto di corsa, senza il tempo per riflettere, ti
    scriverò meglio con calma presto (spero), mandandoti anche qualche foto!Ti mando un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di avere un po' di riposo!!! Sarò contenta di ricevere qualche foto tua! Un fortissimo abbracio.

      Elimina
  8. cara Teresa, non capisco come ho potuto perdere tutti questi tuoi post! non ho avuto gli aggiornamenti...e ora che mi hai scritto una mail, arrivo qui per scriverti tutto il mio dispiacere. Non ci sono parole per spiegare questi momenti...non è giusto andarsene in questo modo...posso immaginare il tuo dolore.
    spero che ti giunga l'affetto del mio abbraccio
    Debora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Debora. Le tue parole ti fanno vicina. è duro però per fortuna ci sono tante persone che mi danno il loro sostegno. Un fortissimo abbraccio.

      Elimina
  9. Mi spiace molto ... un abbraccio

    RispondiElimina